Ruben Lagattolla is a documentary filmmaker and video reporter with a focus on conflict zones and humanitarian issues. He has worked extensively in Iraqi Kurdistan and throughout Middle East and investigated on migrations all around the Mediterranean Sea.

Ruben has written and produced reportages and documentaries for RSI (Swiss National TV), TV2000, Internazionale and produced documentaries which have screened at international film festivals and broadcasted on international TV such as NHK.

He is Documentary Studies Professor in Marche Music College

AWARDS:

- UNHCR Refugee Film Festival (Tokyo, New Delhi, Hong Kong)

- RIFF Rome Independent Film Festival

- Pondicherry Documentary and Short Film Festival

- Sardinia Film Festival (Award for Best Italian Documentary)

- Festival Internazionale del film documentario - Marcellino de Baggis (Taranto)

- Clorofilla Film Festival

 

tinaz.jpg

CRISTIANO TINAZZI

Cristiano Tinazzi, giornalista professionista, laureato in lettere indirizzo storico-moderno all’Università Statale di Milano, dal 2006 si occupa di aree di crisi e zone di guerra, migrazioni, questioni religiose e sociali.

Ha realizzato oltre trenta documentari/reportage e più di settanta storie brevi per il web come autore, collaboratore e fornitore di immagini per la televisione (Rai,Tv2000, Radiotelevisione Svizzera), nonché centinaia di servizi e corrispondenze per la radio e migliaia di articoli e reportage per la carta stampata viaggiando in paesi come Iraq, Siria, Turchia, Libano, Afghanistan, Filippine, Libia, Egitto, Marocco, Sud Sudan, Grecia, Kosovo, Ucraina, Irlanda del Nord, Spagna, Ruanda, Brasile.

Fondatore del War Reporting Training Camp, ha collaborato, tra i tanti, con Radio24, RadioVaticana, Il Messaggero. Suoi articoli e lavori radio o video sono usciti su: L’Espresso, Vanity Fair, Il Riformista, Wired, Left, Peacereporter, Q-code magazine, Il Reportage, Internazionale.it, Atlante delle guerre e dei conflitti, Limes, Ispi, Agi, Il Mucchio.

Come producer ha lavorato in Libia per conto di Fabrica (centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton) al progetto ‘Unhate Dove’.