In viaggio per l'Ucraina

Eccomi in treno per Roma. Domani si vola a Kiev, Ucraina. Con Cristiano Tinazzi cercheremo di raccontare la scissione dell'Ucraina dall'Unione Sovietica del 1991 e, attraverso racconti e storie personali, arriveremo a capire che cosa oggi incendia il conflitto a oriente, al confine con la Russia.

A quasi un secolo dalla Rivoluzione, che portò alla nascita dell'Unione Sovietica, ancora oggi, ancora una volta, si paga il prezzo della Storia. 

 La Guardia Bianca di Michail Bulgakov, ambientato nella tempestosa Kiev dell'inverno 1919-1920. (Grazie a Matteo Tacconi per il consiglio)

La Guardia Bianca di Michail Bulgakov, ambientato nella tempestosa Kiev dell'inverno 1919-1920. (Grazie a Matteo Tacconi per il consiglio)

Sono quasi due mesi che prepariamo questo reportage, non stiamo partendo per andare a sciacallare immagini del conflitto che si è riacceso negli ultimi giorni. 

Che cosa porto? Forse troppe cose, ho la mia amata Canon 5D mk ii che porto sempre con me, la mia nuova fiamma, la Canon C100 mk ii, un obiettivo Canon 24-105 f4, un Tamron 15-30 f2.8 e uno Zeiss 50mm f1.4. Poi qualche microfono, un cavalletto per la camera, uno per il LED panel e un paio di hard disk.  Se volete saperne di più sull'attrezzatura che uso o su come ho intenzione di lavorare, postate le vostre domande qui sotto nei commenti, e cercherò di rispondere a tutti.